Contratto di noleggio occasionale: un esempio concreto e commentato

Nel mercato del charter nautico il contratto di noleggio occasionale è pienamente previsto dalla normativa italiana. I suoi detrattori hanno giocato molto sul termine “occasionale”, proponendone arbitrariamente l’interpretazione errata e distorta di “basso livello”. Non è così e per dimostrarlo commenteremo un contratto standard sezione per sezione.

“Occasionale” è solo l’attività a scopo di lucro

Abbiamo già parlato di noleggio occasionale in un post precedente (Noleggio occasionale di imbarcazioni: informazioni per clienti e armatori) ma ribadiamolo ulteriormente:

L’occasionalità è riferita solo all’attività commerciale. Il termine non denota un’imbarcazione di scarsa qualità o non conferme alle normative vigenti in fatto di sicurezza.

Note sulla scrittura del post

Il testo del contratto verrà inserito in corsivo, mentre…

…i nostri commenti verranno inseriti prima del testo a cui si riferiscono e in questo stile.

Disclaimer

Non abbiamo la pretesa di regalare “verità assolute” quindi, se sei una persona più qualificata di noi e vuoi puntualizzare delle inesattezze, saremo felici di ascoltarti e di recepire nel testo i tuoi consigli.

Leggiamo insieme un contratto di noleggio occasionale

Da qui in poi alterneremo testo del contratto e commenti.

Premesse

Nelle premesse vengono identificati chiaramente le parti di un contratto di noleggio occasionale; inoltre viene stabilito chi ha la responsabilità della conduzione nel caso in cui l’armatore stesso non faccia da skipper.

Le premesse fanno parte integrante del presente contratto.

Il noleggiante, signor (Nome Cognome)

  • nato il __/__/____ a _____, provincia di (__)

  • residente in (Via), (Città), (Provincia)

  • Codice Fiscale: ___

conferma al noleggiatore, signor (Nome Cognome)

  • Nato a … il …

  • residente in

  • Codice Fiscale:

  • telefono: 

  • e-mail: 

la prenotazione per una crociera sull’imbarcazione a vela denominata (nome imbarcazione), modello (modello imbarcazione), iscrizione n° (###) presso la Capitaneria di Porto di ###, con la formula di seguito evidenziata,

  • [] Barca in esclusiva

  • [] nr. 2 posti per imbarchi individuali

Il noleggiatore indica i nominativi seguenti come ospiti:

  • nome cognome, nato il __/__/____ a _____, provincia di (__)

  • … (secondo ospite)

  • … (altri ospiti)

Il noleggiante indica come skipper il sig. (Nome Cognome)

  • Nato a … il …

  • residente in …

  • Codice Fiscale: …

  • Patente nautica n° ___, rilasciata il __/__/____ dalla Capitaneria di Porto di __.

  • Certificato RTF n° ______, rilasciato il __/__/____ dal Dipartimento per le Comunicazioni – Ispettorato Territoriale ________

Periodo di noleggio e zona di navigazione

È necessario specificare le date e gli orari per poter svolgere le operazioni necessarie con la dovuta accuratezza; è a garanzia del noleggiatore (il cliente). La zona di navigazione è importante perché da questa dipende la lista dei dispositivi di sicurezza che devono essere presenti a bordo; inoltre l’imbarcazione deve avere una classe di costruzione adeguata.

  • Check-In e imbarco: dalle ore … del …, c/o
  • Partenza: dalle ore … del …
  • Rientro: entro le ore … del …
  • Check-Out e sbarco: entro le ore … del …, c/o

La zona di navigazione prevista comprende: Isole Egadi, Trapani e zone limitrofe.

Corrispettivi e modalità di pagamento

Questa è la sezione del contratto di noleggio occasionale in cui viene definito quanto sta pagando il cliente e per cosa. Inoltre vengono stabiliti i modi e i tempi in cui la somma deve essere versata. Da notare che il conto corrente bancario deve essere intestato al proprietario dell’imbarcazione (persona fisica). Nel caso in cui ci siano degli accordi tra il noleggiante (armatore) e una società di gestione che si occupa anche dell’incasso degli importi pattuiti, tali accordi devono essere altrettanto chiari al noleggiatore (cliente-velista) e definiti nel contratto in modo che sia sempre trasparente a chi va il denaro e perché.

L’importo totale per il periodo indicato viene stabilito in euro 0.000,00.

Nel prezzo sono compresi:

  • Noleggio dell’imbarcazione, completa di assicurazioni e dotazioni di sicurezza previste dalla legge

  • Skipper

  • tender e fuoribordo

  • lenzuola, federe e coperte

  • autorizzazioni rilasciate dall’Area Marina Protetta delle Isole Egadi

Nel prezzo NON sono compresi:

  • cambusa, per gli ospiti e per lo skipper

  • gasolio (l’imbarcazione viene consegnata con il pieno e deve essere riconsegnata sempre con il pieno)

  • ormeggi e porti

  • tasse doganali locali (dove richieste).

Acconto pari ad euro … alla sottoscrizione del presente contratto e entro il __/__/____.

Saldo pari ad euro … entro il … (30 giorni prima della data d’ imbarco).

Saldo e acconto devono essere versati tramite bonifico bancario presso (banca), conto corrente con coordinate IBAN (coordinate bancarie), intestato a (noleggiante o società di gestione).

Clausole del contratto di noleggio occasionale

Prenotazione e saldo

Prenotare significa versare l’acconto concordato; prima dell’acconto, a tutti gli effetti, la prenotazione non esiste. Se poi non si paga il saldo nei termini stabiliti, si perdono sia la vacanza che i soldi già versati.

1) La prenotazione si intende confermata al ricevimento dell’acconto (vedi: Modalità di pagamento). In caso di mancato pagamento del saldo nei termini indicati, il contratto sarà considerato risolto e il noleggiante tratterrà quanto versato.

Recesso

Se è il cliente a rinunciare alla vacanza, verrà rimborsato solo se il noleggiatore troverà un altro cliente che lo sostituisca; anche in questo caso, il primo cliente non verrà rimborsato al 100%.

2) Nel caso di recesso da parte del noleggiatore, che dovrà darne comunicazione scritta immediata, l’importo versato al momento della rinuncia (acconto e/o saldo) sarà rimborsato solo se i posti verranno tempestivamente rilocati. Sarà comunque trattenuta la percentuale del 20% sull’importo totale quale commissione di agenzia e costo gestione pratica.

Se è l’armatore a non essere più in condizioni di fornire l’imbarcazione per il periodo stabilito, dovrà dare un’alternativa oppure proporre al cliente il rimborso come compensazione alternativa. In quest’ultimo caso, è il cliente a scegliere sapendo che, ad ogni modo, non potrà chiedere i danni all’armatore.

3) Nel caso di recesso da parte del noleggiante, causa motivi di forza maggiore o altri strettamente personali, imprevedibili, improrogabili (es. problemi di salute), il noleggiante ne darà comunicazione immediata al noleggiatore e proporrà ove possibile una alternativa ai clienti tale da non variarne i mezzi di trasporto utilizzati per raggiungere l’imbarco (e ripartire allo sbarco); oppure, il noleggiatore, potrà scegliere di essere rimborsato dell’importo versato senza richiedere alcuna penale al noleggiante.

Responsabilità della conduzione

Il giudizio dello skipper è insindacabile, avendo la responsabilità dell’imbarcazione e essendo, con molta probabilità, il più esperto a bordo. Anche sotto questo aspetto, il contratto di noleggio occasionale non si discosta dal altre forme contrattuali.

4) La partenza della crociera e il rientro al porto di sbarco sono specificati nel paragrafo “Periodo di noleggio”.

5) Il programma della crociera potrà variare giornalmente a discrezione dello skipper in base alle condizioni meteorologiche o altre necessità di navigazione o di ormeggio. Il noleggiante non sarà in alcun modo responsabile di variazioni di programma, soste, perdite di tempo e/o interruzioni derivanti da iniziative o decisioni assunte dallo skipper a tutela della sicurezza della navigazione, in particolare per condizioni meteo sfavorevoli.

6) Qualora a causa di fattori non dipendenti dalla volontà dello skipper (per esempio condizioni meteo non favorevoli) i porti d’imbarco e sbarco previsti dovessero risultare non raggiungibili o impraticabili, lo stesso skipper potrà decidere le alternative più appropriate e ne darà comunicazione per tempo agli ospiti imbarcati. Nessun danno o risarcimento potrà essere chiesto per tali eventuali imprevisti e conseguenti disagi.

Altri impegni del noleggiante (l’armatore)

Nella prossima clausola è evidente che, dal punto di vista del cliente, non esiste una differenza tra il contratto di noleggio occasionale e altri contratti di noleggio. L’armatore deve consegnare un’imbarcazione perfettamente in regola con le normative vigenti.

7) Il noleggiante si impegna a mettere a disposizione degli ospiti l’imbarcazione in perfette condizioni di pulizia ed efficienza, in regola con le normative vigenti e completa di tutte le dotazioni di sicurezza richieste per il tipo di navigazione che verrà effettuata.

Gli imprevisti possono accadere, così come per ogni tipo di vacanza, anche nel caso di una vacanza in barca a vela. Il contratto di noleggio occasionale fissa delle condizioni di recupero del danno accettabili sia per il cliente che per l’armatore.

8) In caso di guasti o avarie impreviste che dovessero richiedere una sosta per la riparazione, il noleggiante si impegna a rendere tale periodo il più breve possibile. Qualora il periodo non superi le 48 ore continuative, il cliente non potrà richiedere alcun rimborso. In caso contrario, il noleggiante rimborserà ogni giorno non goduto oltre le suddette 48 ore continuative, oppure, ove possibile, potrà concedere una proroga alla scadenza del contratto pari al periodo di mancato utilizzo (oltre le 48 ore di fermo).

Anche nella prossima clausola è evidente che il contratto di noleggio occasionale non consente di lavorare fuori dalle regole. L’armatore deve essere assicurato come prevede la legge.

9) Il noleggiante dichiara di aver sottoscritto le assicurazioni di legge.

Altri impegni degli ospiti

Andare per mare è molto bello ma non è uno scherzo. Tutti gli ospiti sono tenuti a essere consapevoli dei rischi che si possono correre per il fatto di trovarsi in un ambiente molto diverso dalla terraferma. Inoltre si impegnano a mettere al corrente lo skipper di eventuali condizioni personali che, potenzialmente , potrebbero influire sul corretto svolgimento di una crociera in barca a vela.

10) L’ospite si imbarca con piena consapevolezza dei rischi e pericoli che può comportare una crociera in barca a vela. In caso di infortunio non dipendente da responsabilità o colpa dello skipper, lo stesso non potrà rivalersi o richiedere indennizzi né allo skipper né al noleggiante. E’ consigliabile una polizza infortuni personale.

11) L’ospite è impegnato ad informare prima dell’imbarco, in via strettamente personale, lo skipper di eventuali problemi di salute, allergie a farmaci o alimenti o altre specifiche personali necessità.

12) Qualora non fosse in grado di nuotare o avesse altri impedimenti personali, l’ospite si impegna ad informare lo skipper e ad accettare ogni precauzione che lo stesso deciderà di attuare a tutela della sua sicurezza ed incolumità.

13) L’ospite dichiara di essere stato informato e di essere bene a conoscenza delle caratteristiche della crociera,di quelle dell’imbarcazione e delle relative condizioni e spazi abitativi e del numero delle persone che potranno essere imbarcate nella stessa crociera.

Una prerogativa dello skipper

Patti chiari, amicizia lunga: puoi anche aver pagato ma se il tuo comportamento mette a rischio l’incolumità degli altri ospiti, lo skipper ti farà sbarcare.

14) E’ facoltà dello skipper, a tutela dei croceristi e per la sicurezza del viaggio, sbarcare chi tenga comportamenti non corretti, non consoni all’ordinato svolgimento della crociera o ad una serena e disciplinata convivenza, causi danni o molestie agli altri Ospiti o, in qualunque modo, ne metta in pericolo la sicurezza e tranquillità.

Altre responsabilità che è meglio mettere nero su bianco

15) Il bagaglio portato a bordo dovrà essere limitato ed essenziale, contenuto in borse poco ingombranti, morbide e completamente ripiegabili, tali da permetterne lo stivaggio.

16) Ciascun partecipante è esclusivo custode dei propri oggetti ed effetti personali e ne risponde personalmente in caso di furto, smarrimento o danneggiamento. E’ altresì responsabile dei danni causati all’imbarcazione da comportamenti dolosi, colposi o in contrasto con le disposizioni ed istruzioni date dallo skipper.

Leggi applicabili e foro di competenza

17) Per tutto quanto non disciplinato dalla presente scrittura si fa riferimento alle Leggi Italiane applicabili.

18) Per ogni e qualsiasi controversia derivante dal presente contratto sarà competente in via esclusiva il Foro di (città).

Privacy

19) Privacy. I dati forniti in occasione del presente contratto saranno conservati e trattati dal noleggiante (quale titolare del trattamento) esclusivamente per gli scopi contrattuali e contabili, nel pieno rispetto del Codice in materia di protezione di dati personali di cui al D.Lgs. n. 193/2003. La sottoscrizione del presente contratto costituisce consenso da parte del noleggiatore, anche in nome e per conto degli Ospiti, ai sensi dell’art. 26 del citato Decreto Legislativo, al suddetto trattamento dei dati, dichiarando lo stesso di essere stato compiutamente informato dei propri diritti ai sensi dell’art. 13 del citato D.Lgs. n. 193/2003.

Photo Credit

(Photo credit: clicca qui. L’uso anche commerciale dell’immagine di copertina è consentito secondo la licenza Creative Commons che trovi qui. L’originale è stato postato dall’autore qui. Sono state effettuate delle modifiche alle dimensioni e alla risoluzione per adattarla alla pagina.)

Lascia un commento